Parola di chef

piazzeUn annetto fa scambiai due chiacchiere con Ramon Freixa, chef del ristorante omonimo di Madrid (due stelle Michelin). Barcellonese doc, approfittai per chiedergli quali sono i suoi ristoranti italiani favoriti della città. Me ne segnalò un paio. Uno l’hanno chiuso da poco, si chiamava Dolci Parole, un ristorante che provai mesi fa. Entrai perché il nome mi ricordava una specie di Espai Sucre all’italiana. Dolci parole. Niente di più sbagliato. Le parole per giudicare un menù caro (15 euro!) di qualità appena accettabile, sono quelle racchiuse nel testo della classica canzone napoletana Anema e core:  che ce dicimmo a fa parole amare

Sul nome dell’altro ristorante, invece, non ho nulla da obiettare: Piazze d’Italia, di Nicola Marino, uno che sa fare il suo mestiere e che propone da più di 20 anni la sua cucina, buona, onesta, materia prima di qualità e per niente pretenziosa. Io ci vado da dieci anni e ci torno spesso. Nicola è anche un vero gourmand, un eccellente PR e guida la sua truppa insegnando a tutti ad essere cordiali e cortesi. Ecco perché il Piazze, che è in carrer Casanova con Aragó, è aperto ininterrottamente da 22 anni. Il Dolci parole, che si trovava a due passi da Rambla Catalunya, ha chiuso dopo un anno di attività.

Piazze d’Italia
Carrer de Casanova, 94 – Bcn
933 235 977

Annunci

Informazioni su marcobozzer

Periodista. Prensa y comunicación /// Giornalista. Stampa e comunicazione
Questa voce è stata pubblicata in Italiano e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...